Parrocchia di San Rocco Monza

Parrocchia San Rocco Monza

Storia della parrocchia di San Rocco

Il territorio su cui si estende l’odierno quartiere di San Rocco ha fatto parte fino al 1848 della parrocchia di San Biagio. In quell’epoca, esattamente dove oggi si trova la chiesa vecchia, si trovava un oratorio la cui costruzione secondo alcuni documenti risale al 1402. Nel 1848 fu istituita la parrocchia per venire incontro alle esigenze della ormai ragguardevole cifra di 1.150 abitanti. La nuova parrocchia venne intitolata a San Rocco come il preesistente oratorio che fu a questo scopo modificato opportunamente e allargato con due navate laterali. Venne pure demolita la parte absidale ed eretto il nuovo campanile. Nel luglio dello stesso anno fu nominato il primo parroco, don Giovanni Galimberti. La chiesa funzionò come tale fino al 1935. Dal 1926 infatti, aumentata ulteriormente la popolazione si cominciò a raccogliere il denaro necessario per costruire un nuovo edificio. I lavori iniziarono con parroco don Ambrogio Gilardi nel 1931 e la consacrazione del beato card. Ildefonso Schuster si tenne il 2 ottobre del 1937. Il progetto appartiene all’architetto Virgilio Vallot e all’ingegner Leo Sorteni che fu anche il direttore dei lavori. I costruttori furono due imprese di San Rocco: Farina e Gaslini. La chiesa è in stile romanico – lombardo, è impostata a croce latina con una sola navata connotata lateralmente da tre cappelle per parte. Il pronao o portico d’ingresso è incorporato nel volume della chiesa . La chiesa vecchia è stata sconsacrata. Dal 1997 la parrocchia di San Rocco con circa 11.000 abitanti è costituita in Unità pastorale con la parrocchia di Sant’Alessandro formata attualmente da poco più di 3.000 abitanti.

Rito: Romano
Popolazione: 10.164
Zona pastorale: V – Monza
Decanato: Monza